Referendum contro la modifica dell'Art 261bis del Codice penale svizzero

Durante la sessione invernale 2018, una maggioranza dei Consiglieri nazionali e agli Stati ha deciso di estendere la norma penale contro il razzismo includendovi il concetto di “orientamento sessuale” (Art 261bis CP).
L’EDU-UDF svizzera ha lanciato il referendum e creato un comitato apartitico di sostegno poiché Il Codice penale punisce già ora l’insulto, la diffamazione e la calunnia.
Nuove norme penali che fanno uso di concetti di difficile comprensione come «orientamento sessuale» nuocciono alla certezza del diritto e preparano il terreno a pratiche arbitrarie.
Inoltre Il fondamento della libertà d’opinione e d’informazione, iscritto nell’articolo 16 della Costituzione federale, contempla il diritto di esprimere opinioni che non necessariamente piacciono a tutti. In una vera democrazia non si può avere la pretesa di non essere criticati.
Per maggiori informazioni www.censura-no.ch o scarica il modulo per la raccolta firme

Spostare l’ambasciata svizzera da Tel Aviv a Gerusalemme

Diversi Paesi intendono spostare la loro ambasciata in Israele da Tel Aviv a Gerusalemme; con una petizione che ha raccolto quasi 20’000 firme anche l’EDU-UDF chiede anche alla Svizzera di fare lo stesso. Leggi l’articolo dedicato su TicinoNews

Stop alle preghiere islamiche su suolo pubblico

Leggi il nostro comunicato oppure scarica la petizione del Guastafeste per vietare le preghiere islamiche in strada (nella foto il deputato Tiziano Galeazzi, autore del rapporto di minoranza).

UDF Ticino © 2019. All Rights Reserved.