Programma d’azione di UDF Ticino 2015-2019

Scarica il programma d’azione UDF Ticino 2015-2019

A. Premessa

a) Profilo dell’UDF Svizzera L’Unione Democratica Federale (UDF) è un partito politico costituito da cristiani provenienti da differenti chiese e denominazioni. Fondata nel 1975, essa è organizzata in sezioni cantonali, regionali e locali. Il suo organo di informazione denominato “EDU-Standpunkt”, che appare mensilmente, esiste in lingua tedesca dal 1981, mentre quello in lingua francese, “Impulsion”, esiste dal 1995.

b) I principi di base dell’UDF Svizzera La riflessione e l’impegno dell’UDF si basano su principi biblici. L’UDF prende sul serio le proprie responsabilità nei confronti della Creazione, della società e dello Stato. L’UDF si impegna a favore di una cultura politica, in cui vengano rispettate, reciprocamente, le idee e le ideologie dei partiti ed i loro esponenti, nonché qualsiasi altra persona, indipendentemente dal suo stato sociale, culturale e personale.

B. Priorità politiche di UDF Ticino

L’UDF è presente nel Cantone Ticino dal mese di ottobre 2005. Nel suo impegno politico per il periodo di legislatura 2015-2019, l’UDF Ticino ha fissato le seguenti priorità:

I. Per un cantone rispettoso dei valori cristiani

1. Valori di riferimento

L’UDF si impegna:
– Per il principio di uno Stato non confessionale e democratico.
– Affinché i valori cristiani abbiano maggiore influenza e importanza nella società e nel dibattito politico ticinese: l’UDF ritiene che i 10 Comandamenti della Sacra Bibbia costituiscano la migliore base per una sana vita sociale.

Libertà, sicurezza e benessere non possono svilupparsi in un ambiente senza valori etici : un maggior rispetto dei valori fondamentali biblici è più necessario che mai! Chi vive la fede cristiana rende possibile una società solidale e più sicura. Come indicato dalla Costituzione federale, il nostro Paese deve essere gestito con responsabilità di fronte a Dio Onnipotente. Il rispetto del metro di misura biblico in tutti i settori della società è premessa necessaria per libertà, sicurezza e benessere.

II. Per un cantone rispettoso dei valori etici

1. Libertà religiosa e di coscienza

L’UDF si impegna:
– Nell’ambito dell’elaborazione di nuove leggi e decreti, per il mantenimento della libertà di credo e di coscienza, in particolare nel settore della formazione, della scuola, come pure in quello medico e della ricerca.
– Contro qualsiasi discriminazione professionale dovuta a convinzioni religiose, quale ad esempio la discriminazione a causa del rifiuto di partecipare ad aborti o di distribuire eroina.
– Contro il riconoscimento ufficiale di religioni non legate all’eredità giudeo-cristiana.

Islam

Principio dell’UDF:
– sì alla libertà di credo per i musulmani nel quadro della Costituzione e delle leggi
– no alla pretesa di potere assoluto dell’Islam politico!

L’UDF si impegna:
– A favore del rispetto della libertà di credo per l’esercizio della fede islamica da parte dei musulmani.
– Al severo rifiuto della pretesa di potere politico assoluto dell’Islam nel nostro Paese.
– Al mantenimento del divieto dei costruzione di minareti secondo la votazione popolare del 29.11.2009.

2. Difesa della vita

Principi dell’UDF:
– Sì alla vita! La vita umana quale più alto bene è da rispettare e da difendere dal concepimento fino alla morte naturale!
– No alla pena di morte per i nascituri “indesiderati”!
– Stop all’eutanasia passiva ed attiva!
– La perdita del rispetto della vita in tutte le sue fasi ha effetti distruttivi sulla società!

a) Aborto

L’UDF si impegna:
– Per la difesa assoluta della vita dei nascituri!
– Per il recupero della punibilità dell’uccisione di nascituri da parte del personale medico, della mamma e del padre del nascituro.
– Per l’obbligo dei servizi pubblici di consulenza e dei medici di mantenimento in vita del nascituro nell’ambito della consulenza relativa alla gestazione nei confronti dei futuri padri e delle future madri.
– Per un diritto legale delle future madri a ricevere un aiuto statale di tipo sociale, psicologico e di cura d’anima, secondo il bisogno.
– Per la parità di diritti e doveri per futuri padri e future madri.
– Contro la libertà della ricerca medica per l’uso di nascituri per trapianti, per la ricerca sulle cellule staminali embrionali, ecc.
– Per il rispetto della libertà di credo e di opinione per il personale medico. Nessun obbligo all’aborto, all’eutanasia, ecc.

b) Eutanasia attiva e passiva:

L’UDF si impegna:
– Per la difesa della vita umana dal concepimento alla morte naturale.
– Per il rispetto della dignità della morte naturale. Accettazione del lasciare morire la persona al termine naturale della sua vita attraverso la rinuncia a misure mediche estreme che prolunghino la vita.
– Per un divieto di un’eutanasia riconosciuta dallo Stato per malati terminali, per persone stanche della vita o che in qualche modo sono di peso alla società.
– Per il mantenimento del divieto dell’eutanasia attiva e dell’omicidio di persone su loro desiderio attraverso il personale medico o parenti.
– Per la promozione di una medicina palliativa pagata attraverso l’assicurazione obbligatoria contro le malattie.
– Per un aiuto psicologico e di cura d’anima per persone stanche della vita al posto dell’aiuto al suicidio.
– Per il controllo della medicina di riproduzione e dei trapianti e della ricerca medica. La ricerca medica deve servire alla protezione della salute e alla conservazione della vita umana.

3. Politica familiare

Principi dell’UDF: le coppie e le famiglie intatte contribuiscono in modo sostanziale al benessere della gioventù, della società e dello Stato. Un popolo e una società che lasciano decadere il matrimonio e la famiglia si autodistruggono!

L’UDF si impegna:
– Per famiglie intatte con padre, madre e figli come base e futuro per la nostra società.
– Per un positivo e preminente riconoscimento di matrimonio e famiglia da parte dello Stato e della società.
– Per l’educazione e l’incoraggiamento di uomini giovani all’impegno e alla responsabilità della paternità!
– Per la promozione di famiglie attraverso un potere d’acquisto dei salari che assicurino l’esistenza alle economie domestiche in cui un solo membro guadagna e attraverso deduzioni fiscali generose nei redditi a livello federale, cantonale e comunale, che faciliti la cura ed educazione dei figli sotto responsabilità individuale.
– Per misure efficaci ai fini dell’abolizione degli svantaggi finanziari di economie domestiche con un solo membro che guadagna rispetto a quelle con più membri che guadagnano.
– Per la libertà di scelta e la suddivisione responsabile individuale dell’attività lavorativa e della cura dei figli per le coppie di genitori
– Per modelli più flessibili del tempo di lavoro per padri e madri.

Cura dei figli esterna alla famiglia

Principi dell’UDF: i figli necessitano di attenzione, educazione e cura durante 24 ore al giorno e 365 giorni all’anno innanzitutto da parte dei propri genitori! La cura dei figli esterna alla famiglia, su base privata e finanziata da chi causa la relativa spesa senza alcun intervento dello Stato, causa minori costi. Basta alla discriminazione delle mamme che si occupano della famiglia al 100%!

L’UDF si impegna:
– Per la promozione di offerte di minor costo per la cura dei figli esterna alla famiglia e complementare alla cura in famiglia, quali il pranzo o le strutture diurne sostenute da privati e finanziate da lavoratori e datori di lavoro secondo il principio della causalità dei costi. Nessuna messa sotto tutela della cura dei figli da parte dello Stato.
– Per l’abolizione delle esagerate normative statali cantonali e comunali per le istituzioni di cura dei figli su base privata.
– Per la cura dei figli con finanziamento privato, trattandosi di un compito privato e non statale, che va finanziato da chi ne causa i costi, cioè dai lavoratori e dai datori di lavoro. P.es. nelle zone industriali e commerciali alcune aziende di piccole e medie dimensioni possono gestire in comune, su base privata, delle mense con annesse infrastrutture per la cura dei figli.
– Per l’impegno, da parte di datori di lavoro e di lavoratori, di realizzare in comune, a seconda del bisogno, soluzioni adatte di economia privata per una cura dei figli corrispondente al bisogno effettivo.
– Per la lotta contro gli svantaggi finanziari e fiscali di economie domestiche che curano i loro figli sotto la propria responsabilità!
– Per un migliore apprezzamento e riconoscimento statale e pubblico del lavoro delle madri al 100% quale investimento in uno sviluppo sano della gioventù e quale prevenzione efficace contro la trascuratezza giovanile, l’alimentazione sbagliata, ecc.
– Per una politica dell’alloggio favorevole alla famiglia. Gli alloggi spaziosi devono essere possibilmente conservati a prezzi abbordabili, sia evitando rinnovazioni superflue, sia attraverso una politica di sussidi mirata.
– Per la facilitazione dell’adozione per le coppie sposate. L’UDF si oppone per contro all’adozione da parte di partner omosessuali.

3. Politica scolastica

L’UDF si impegna:
– Per una scuola pubblica che dispensi programmi scolastici tradizionali che hanno dato buona prova di successo.
– Per il sostegno del regime delle note scolastiche.
– Per l’ora di insegnamento biblico nelle scuole, poiché con una buona conoscenza dei valori fondamentali giudaico-cristiani trasmessi dalla Bibbia, da cui derivano le nostre radici culturali e religiose, il giovane potrà non solo sviluppare una sana capacità di comprensione e di confronto con le altre identità presenti sul nostro territorio, ma anche affrontare la vita privata, pubblica e sociale con una salda base morale.
– Per la reintroduzione della nota di condotta-comportamento in ogni ordine di scuola

4. Politica sanitaria

Principi dell’UDF: riduzione dell’aggravio del nostro sistema sanitario e sociale causato da uno stile di vita irresponsabile. Correzione delle regole attualmente vigenti nella legge sull’assicurazione malattie, che punisce uno stile di vita sano e responsabile con una solidarietà obbligata per l’assenza di responsabilità di altri!

L’UDF si impegna:
– Per una prevenzione della salute sottoforma di informazioni obiettive dal profilo medico e libere da ideologie sui reali effetti di un modo di vivere malsano e irresponsabile nel settore dell’alimentazione, del movimento/sport, dell’alcool, delle droghe, della sessualità e dell’igiene mentale.

Prevenzione nell’ambito di droghe, alcool, ecc.

Principi dell’UDF: a causa della carenza di prospettive e di senso e contenuti della vita nei giovani, che aumentano i rischi dell’uso di droghe e di alcool e i rischi di suicidio, la trasmissione di valori cristiani, di prospettive di vita e del senso della vita diviene un’importante prevenzione contro le dipendenze di ogni tipo, contro il rischio di suicidio e contro la violenza!

L’UDF si impegna:
– Per una prevenzione delle dipendenze orientata all’astinenza attraverso un’informazione non banalizzata sui rischi reali dell’alcool, delle droghe, della sessualità vissuta illimitatamente, della violenza.
– Contro la banalizzazione statale della dipendenza da droghe e del sesso “libero” nelle nostre scuole!

Prevenzione contro l’alimentazione malsana, l’anoressia e l’obesità:

Principi dell’UDF: trasmissione di un sano sentimento di autostima alla nostra gioventù; promozione della cucina fatta da sé al tavolo di famiglia piuttosto che fast-food. Basta con la tentazione e la trasmissione di falsi idoli attraverso i media.

L’UDF si impegna:
– Per una prevenzione efficace contro l’alimentazione malsana, l’anoressia e l’obesità dei giovani.
– Per l’incoraggiamento di genitori e giovani ad uno stile di alimentazione e di vita sani e all’accettazione di sé.
– Per l’insegnamento ai giovani dei trucchi della pubblicità mediatica riguardo al culto del corpo, alla moda e ai modelli e modelle.
– Per un divieto della pubblicità riguardo a rappresentazioni che mostrano quale figura ideale le modelle anoressiche, ciò che può provocare nelle ragazze effetti di emulazione fatali. In questo ambito le madri al 100% eseguono un lavoro di prevenzione insostituibile per impedire conseguenti costi sociali a carico dello Stato.

Prevenzione al suicidio:

L’UDF si impegna:
– Per una prevenzione al suicidio attraverso la trasmissione positiva di un fondamento di vita e di valori cristiani nella famiglia e nella scuola pubblica.

Educazione sessuale a scuola, pornografia, omosessualità:

L’UDF si impegna:
– Per il riconoscimento del fatto che l’educazione sessuale è innanzitutto un compito dei genitori. Questo principio fondamentale è p. es. fissato nel Patto 2 dell’ONU all’art. 18 cpv. 4: “Gli Stati firmatari si impegnano a rispettare la libertà dei genitori e, secondo i casi, del tutore o del curatore e di garantire l’educazione religiosa e morale dei loro figli secondo le loro proprie convinzioni”.
– Contro la propinazione, nelle nostre scuole pubbliche, di rapporti tra persone dello stesso sesso e del sesso “libero” tra ogni uomo e donna, ciò che corrisponde, se misurato alla realtà, a un fatale raggiro della nostra gioventù e che ha effetti devastanti per il loro sviluppo della personalità e la loro sessualità.

Prevenzione della violenza

Principi dell’UDF: ciò che immagazziniamo quale cibo spirituale nella nostra mente attraverso occhi e orecchie determina il nostro pensare, parlare e agire! Perciò: igiene mentale quale prevenzione contro la violenza fisica, psichica e sessuale.

L’UDF si impegna:
– Per una conseguente punibilità della propagazione di rappresentazioni della violenza e della violenza sessuale secondo l’art. 135 del Codice penale svizzero.
– Per l’insegnamento delle relazioni tra il “cibo spirituale” attraverso l’immagine, la scrittura e il tono e il loro effetto sul pensare, sul parlare e sull’agire delle persone, in particolare dei giovani.

Industria pornografica, pornografia, prostituzione, pedofilia

Principi dell’UDF: basta con la diffusione della pornografia e dell’industria pornografica. Esse distruggono matrimoni e famiglie, diffondono malattie veneree e mettono in pericolo lo sviluppo della nostra gioventù in un essere adulto sano.

L’UDF si impegna:
– Per misure preventive e protettive efficaci contro la pornografia. La pornografia favorisce la distruzione di matrimoni e famiglie, rende difficoltoso il naturale sviluppo della personalità dei giovani e il loro normale rapporto con il sesso opposto. L’industria pornografica favorisce la diffusione dell’AIDS e delle malattie veneree.
– Per una completazione del diritto penale per una limitazione dell’industria pornografica.
– Per l’ottimizzazione della protezione delle vittime e delle istituzioni di protezione e aiuto per donne attive nel commercio del sesso che desiderano uscire da tale commercio.
– Per una lotta efficace contro i registi della tratta di esseri umani internazionale.
– Per la limitazione della prostituzione, comprese le misure contro i clienti delle prostitute, quali p. es. multe per favoreggiamento della tratta di donne e di esseri umani in generale, rispettivamente per la diffusione di malattie trasmissibili (Art. 231 CPS).
– Per l’esame e la realizzazione di un reato “Acquisto di sesso contro pagamento” quale misura contro la clientela della prostituzione, analogamente alla regolamentazione vigente attualmente in Svezia e in Norvegia.
– Per un’uscita della Svizzera dal trattato CH-EU di Libera circolazione delle persone, come pure dal contratto di Schengen ai fini di una proficua limitazione della tratta di donne e di esseri umani in generale di provenienza dagli Stati dell’Est Europeo in particolare.
– Per una conseguente protezione della gioventù attraverso l’introduzione dell’età minima di protezione di 16 anni anche contro l’industria pornografica.

III. Per un cantone sociale

1. Responsabilità sociale della popolazione

L’UDF si impegna:
– Per promuovere una deduzione fiscale dei doni alle chiese, alle opere sociali e umanitarie, allo scopo di favorire la responsabilità sociale e spirituale dei ticinesi.

2. Disoccupazione

L’UDF si impegna:
– Per la pace del lavoro e chiede il miglioramento delle condizioni-quadro per le piccole e medie aziende (PMI).
– Per la rivalutazione della formazione di natura professionale.
– Per il sostegno dell’aiuto ai disoccupati ai fini di una reintegrazione più rapida nel mondo del lavoro.
– Per misure fiscali che incoraggino le aziende che assumono lavoratori di una certa età e per la penalizzazione di aziende che procedono a licenziamenti al solo scopo di ottenere una migliore redditività.

3. Servizio pubblico

L’UDF si impegna:
– Per il mantenimento di un servizio pubblico di qualità e contro le misure di smantellamento o di privatizzazione di certi servizi, se questi non garantiscono in modo appropriato e a lungo termine il loro mantenimento anche per la popolazione lontana dai grossi centri urbani o che dispongono di pochi mezzi, in particolare per le persone anziane e le famiglie.

4. Arte e Media

L’UDF si impegna:
– Sia Contro l’utilizzo della libertà artistica per dileggiare e bestemmiare il Creatore e la Creazione divina sia contro l’utilizzo dei media per i citati scopi.

5. Lavoro domenicale

L’UDF si impegna:
– Per la difesa del principio del giorno di riposo settimanale, la domenica, in particolare nei commerci all’ingrosso e di dettaglio (negozi).

IV. Per un cantone responsabile …

1. … verso le generazioni future

L’UDF si impegna:
– Per un risanamento delle finanze cantonali così come per un budget equilibrato. Il cantone deve perseguire le sue misure di risanamento a corto termine e rimborsare i suoi debiti a medio termine.
– Per una politica anticiclica e, in caso di momentanea calma congiunturale, contro un abbassamento delle entrate o un rialzo delle spese fintanto che non siano stati rimborsati i debiti e siano state ricostituite riserve sufficienti.

2. … in materia di ambiente

L’UDF si impegna:
– Per un’agricoltura di qualità sul mercato interno e rispettosa dell’ambiente.
– Per lo sviluppo e il sostegno dei marchi regionali sul mercato svizzero e internazionale (denominazione di origine protetta, indicazioni di provenienza, ecc.).
– Per una politica dell’ambiente basata sullo sviluppo durevole.

3. … in materia di politica degli stranieri

L’UDF si impegna:
– Per misure efficaci da parte delle autorità cantonali contro il dumping salariale e la sostituzione della manodopera locale con manodopera frontaliera a basso costo.

UDF Ticino © 2019. All Rights Reserved.